Featured Posts
Recent Posts

IO, TU, NOI…LE ORIGINI DELLA CRISI parte 2

È fuor di dubbio che il termine CRISI attivi nei nostri immaginari (così come recita la definizione che ne dà il dizionario stesso) una situazione di instabilità e di improvviso cambiamento. Ma nel termine crisi è contenuto anche un secondo importante significato, che è quello di scelta-decisione (dal latino crisis) e pone quindi l’accento semantico sull’aspetto della possibilità. Le crisi in una coppia possono essere legate ai cambiamenti del ciclo evolutivo come convivenza, matrimonio, il diventare genitori, cambiamenti nelle famiglie d’origine (eventi “fisiologici”); oppure possono essere causate da eventi o situazioni “eccezionali” e inaspettate (traumatici) in diversi ambiti della vita (famiglia, lavoro, contesto abitativo etc). In entrambi i casi questi cambiamenti generano disorientamento e destabilizzazione degli equilibri interni, gettando ombre su un rapporto che fino a quel momento era appagante e soddisfacente.

Come accorgersi che qualcosa non va? Quali sono i segnali di crisi in una coppia? E’ possibile individuare una serie di segnali, comportamenti, stati d’animo che sono cambiati ma che il più delle volte la coppia non ha riconosciuto, e più o meno consapevolmente, ha ignorato o sottovalutato. Tra i più frequenti possiamo riconoscere:

1) Scarsa comunicazione: “non parliamo più”, “quando gli parlo mi sembra che non mi ascolti e taglia corto” 2) Diminuzione dell’intimità: “l’intimità non è più come una volta, sembra un dovere” “non mi sento più desiderata/o” “ 3) Freddezza-disinteresse: “quando torna a casa non mi bacia più” “non si è nemmeno accorto/a che ho tagliato i capelli” “avevo cucinato il suo piatto preferito e non ha fatto nessun commento” 4) Aumentata litigiosità-eccesso di critiche: “non fa altro che sottolineare quello che non va in me” “quando parliamo sbuffa, mi tratta con sufficienza” “siamo molto nervosi, ci accendiamo per un nonnulla e finiamo per litigare” 5) Senso di solitudine: “mi sembra di non esistere più per lei/lui” “anche se siamo insieme, mi sento sola/o” 6) Scarsa complicità e sostegno reciproco: “non mi incoraggia in nulla” “mi sembra che non gli interessi quello che sto facendo”

Ovviamente questo breve elenco non esaurisce tutti i possibili segnali di una crisi, molto dipende anche dalle specifiche caratteristiche della relazione che la rendono unica in tutte le sue manifestazioni. Se una coppia intuisce e coglie questi segnali, si aprono due possibili strade:

Scenario a. non si occupa di e minimizza le difficoltà: può accadere che i problemi aumentino sempre più, rendendo complicato il loro superamento. Di fronte poi ad una crisi conclamata e ormai piuttosto profonda, è più probabile che la percezione della gravità della situazione sia tale da indurre un’interpretazione in senso negativo, favorendo fantasie e timori di scenari “catastrofici” (per es. la ROTTURA del legame). Si finisce in questo modo, inconsapevolmente, per aumentare davvero la probabilità della fine della relazione stessa.

Scenario b. I segnali vengono letti e presi in seria considerazione: la coppia avrà la possibilità di riconoscere presto le difficoltà, sarà più probabile identificare con esattezza la problematica attraverso una riflessione condivisa su quello che sta avvenendo. Sarà molto più probabile che l’atteggiamento della coppia verso il problema sia permeato da una sensazione di avere sotto controllo la situazione, il che stimola un’interpretazione della crisi come un cambiamento che la coppia sta attraversando, il cui risultato non è certo ma sarà la coppia stessa a tratteggiarne i contorni. Il fantasma della ROTTURA della relazione, pur rimanendo un esito possibile dopo tale cambiamento, sarà solo una delle possibili soluzioni alla crisi che la coppia sta attraversando.

Nello scenario b la coppia riesce a cogliere il significato evolutivo della crisi che non solo rappresenterà un momento di trasformazione, ma anche un’importante esperienza di conoscenza di se stessi, dell’altro e di crescita personale e della coppia stessa. La crisi non si evita, ma si affronta insieme, attraverso un’avventura che potrebbe rafforzare e fortificare il legame!




Elfedea

Èquipe Clinica Multiprofessionale